Artemisia - National Gallery

VS Vincenzo Sebastiano Updated

Alla National Gallery la prima grande retrospettiva in UK dedicata alla vita e alle opere di Artemisia Gentileschi, tra le interpreti più rappresentative della pittura caravaggesca italiana del Seicento. Dal 3 Ottobre 2020 fino al 24 Gennaio 2021.

Mostra Artemisia X10473 Artemisia Gentileschi, Judith beheading Holofernes, about 1612-13 Oil on canvas 158.8 × 125.5 cm Napoli, Museo e Real Bosco di Capodimonte (Q378) © ph. Luciano Romano / Museo e Real Bosco di Capodimonte 2016

Nell'Europa del XVII secolo, in un'epoca in cui le donne non erano facilmente accettate nel mondo della pittura e dell'arte in generale, Artemisia rappresenta un'incredibile eccezione. Ha sfidato le convenzioni e le aspettative sociali del tempo diventando un'artista di successo e una delle più attente e fedeli narratrici del Seicento italiano. E' stata la prima pittrice a portare nell'arte temi scomodi evidenziando i soprusi subiti dalle donne nel XVII secolo e trasformando terribili atti di violenza in opere d'arte di incredibile bellezza. Grazie al suo coraggio e alle sue doti, Artemisia Gentileschi ha sfidato le consuetudini e i pregiudizi del suo tempo e ancora oggi è ricordata non solo per l'incredibile talento ma anche come uno dei primi e più potenti simboli del femminismo.

Allieva del padre Orazio, lavorò a Firenze, a Roma e a Venezia ed infine a Napoli, dove tornò dopo aver vissuto per qualche anno a Londra. Fu un'ottima ritrattista, ma dipinse anche molti quadri religiosi o di soggetto biblico, come la famosa Giuditta che si caratterizza per una violenta espressività. Pur nella sua costante preziosità, il colorito della Gentileschi è più intenso di quello del padre e più vivace è il contrasto chiaroscurale. Il pathos, il coraggio, la passione, la determinazione: le opere di Artemisia Gentileschi raccontano la storia di donne coraggiose, capaci di lottare a costo della propria vita per dimostrare di esistere, come si intuisce in una delle sue famose frasi, che riassumono magnificamente il tema della mostra: 'Ti mostrerò cosa può fare una donna'. Nel corso della sua carriera dipinse soggetti che erano tradizionalmente appannaggio di artisti maschili (pensati per uno sguardo maschile), trasformando le mansuete domestiche in cospiratrici coraggiose e le vittime in sopravvissuti.

La mostra Artemisia, organizzata dalla National Gallery, si sviluppa attraverso un percorso espositivo che copre un arco temporale di circa 40 anni dell'intensa e prolifica carriera dell'artista; è composta da oltre 60 opere tra dipinti, tele, disegni, schizzi, stampe, provenienti da collezioni pubbliche e private di tutto il mondo. E' suddivisa in varie sezioni, ciascuna delle quali pone l'accento su differenti temi e fasi artistiche della sua opera che rappresentano capitoli importanti e significativi dell'arte barocca e caravaggesca italiana nel XVII secolo. Tra i lavori esposti, alcuni dei suoi dipinti più noti, come le due versioni dell'iconica Giuditta che decapita Oloferne: il famoso quadro si caratterizza per la violenza, la drammaticità e veridicità della scena rappresentata, in cui gran parte della critica ha letto un segno di accusa e una volontà di riscatto artistico per l'abuso e per l'ingiustizia subita. Nell'opera si riscontra inoltre un forte parallelo tra Artemisia Gentileschi e Caravaggio, il quale pochi anni prima dipinse lo stesso episodio biblico.

I curatori hanno selezionato inoltre alcuni bellissimi autoritratti esposti accanto ad intriganti rappresentazioni delle sue famose eroine della storia e della Bibbia. I visitatori possono inoltre vedere e leggere, per la prima volta in UK, alcune lettere personali scritte dall'artista, oltre a documenti inediti, schizzi, disegni ed oggetti che raccontano la vita di Artemisia nei suoi viaggi e nei continui spostamenti tra Roma, Firenze, Venezia, Napoli e Londra.

Informazioni Evento

Artemisia
Dal
03 Ottobre 2020
Fino al
24 Gennaio 2021
Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
(Venerdì fino alle 21.00)
Biglietto adulti £ 20.00
Prenotazione online obbligatoria
Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto

Immagini

la conservatrice Isabella Kocum si occupa della cornice di Susannah and the Elders (1622; The Burghley House Collection) di Artemisia Gentileschi, uno dei momenti salienti della prossima mostra.
X10473 Artemisia Gentileschi Judith beheading Holofernes, about 1612-13 Oil on canvas 158.8 × 125.5 cm Napoli, Museo e Real Bosco di Capodimonte (Q378) © ph. Luciano Romano / Museo e Real Bosco di Capodimonte 2016
X10474 Artemisia Gentileschi Judith beheading Holofernes, about1613-14 Oil on canvas 199 × 162.5 cm Galleria degli Uffizi, Florence © Gabinetto fotografico delle Gallerie degli Uffizi
X10477 Artemisia Gentileschi Judith and her Maidservant, about 1623-5 Oil on canvas 184 × 141.6 cm The Detroit Institute of Arts Gift of Mr. Leslie H. Green (52.253) © The Detroit Institute of Arts
X10481 Artemisia Gentileschi, The Birth of St John the Baptist, about 1635 Oil on canvas 184 × 258 cm © Museo Nacional del Prado, Madrid (P000149)
X10482 Artemisia Gentileschi Self Portrait as the Allegory of Painting (La Pittura), about 1638-9 Oil on canvas 98.6 × 75.2 cm Royal Collection Trust / HM The Queen (405551) Royal Collection Trust / © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
X10794 Solinas 2011, Letter 20, Artemisia to Francesco Maria Maringhi. Rome, 11 April 1620 Paper Archivio Storico Frescobaldi, Florence © Photo courtesy of the owner
X10471 Artemisia Gentileschi Judith and her Maidservant, about 1615-17 Oil on canvas 114 × 93.5 cm Galleria Palatina, Palazzo Pitti, Florence (398) © Gabinetto fotografico delle Gallerie degli Uffizi

Altre mostre in corso a Londra

La Tate Modern di Londra dedica la più ampia retrospettiva in oltre 20 anni ad una delle figure più iconiche ed importanti dell'arte del XX secolo: Andy Warhol. Fino al 15 novembre 2020.
La mostra "Kimono: Kyoto to Catwalk" al Victoria&Albert Museum di Londra racconta la storia e il ruolo del Kimono, l'indumento tradizionale più noto ed importante nella cultura e nella moda giapp...
Dopo la riapertura al pubblico, avvenuta a fine agosto, il British Museum riprende finalmente con la programmazione delle mostre temporanee: la prima è dedicata alle dottrine tantriche e alle prati...
Posticipato di alcuni mesi a causa del Covid 19, ha aperto finalmente uno degli eventi più attesi della stagione artistica londinese, giunto quest'anno alla 252a edizione della sua storia. Alla Roy...