Piranesi: la mostra a Londra nel 300° anniversario della nascita

VS Vincenzo Sebastiano Updated

Il British Museum presenta una grande retrospettiva dedicata alle stampe e ai disegni del grande incisore italiano Giovanni Battista Piranesi. La mostra, in programma fino al 9 agosto 2020, è gratuita!

Mostra Piranesi Londra

Giovanni Battista Piranesi, The meeting of the Via Appia and the Via Ardeatina, seen at the second milestone outside the Porta Capena c. 1750-56, © The Trustees of the British Museum

La mostra Piranesi drawings: visions of antiquity è un evento unico ed imperdibile per ammirare dal vivo, tutti insieme, i disegni e gli schizzi di Piranesi, appartenenti alla collezione permanente del British Museum. Giovanni Battista Piranesi (1720 –1778), è stato un incisore, architetto e teorico dell'architettura italiano. Le sue tavole incise, segnate da un'intonazione drammatica, appaiono improntate ad un'idea di dignità e magnificenza tutta romana, espressa attraverso la grandiosità e l'isolamento degli elementi architettonici, in modo da pervenire ad un sublime sentimento di grandezza del passato antico. Trasferitosi a Roma dal Veneto, dove aveva appreso i rudimenti della tecnica dell'acquaforte sotto la guida di Giuseppe Vasi, rimase letteralmente folgorato davanti allo spettacolo delle 'parlanti ruine' dei Fori Imperiali, 'che di simili non arrivai di potermene mai formare sopra i disegni, benché accuratissimi che di queste stesse ha fatto l'immortale Palladio, che io pur sempre mi teneva inanzi agli occhi'. Piranesi, conobbe anche Giovan Battista Tiepolo e il Canaletto (suoi conterranei), i quali lasciarono un'impronta profonda sulla sua fantasia. Tant'è che decise di dedicarsi al mestiere di incisore e di stabilirsi definitivamente a Roma, aprendo bottega proprio a via del Corso, di fronte all'Accademia di Francia. Affascinato dalle antichità della Città Eterna, iniziò la produzione delle Vedute di Roma. Si trattava di una raccolta di tavole raffiguranti ruderi classici e monumenti antichi, anche esterni alla città (via Appia, Tivoli, Benevento), che gli assicurarono una cospicua remunerazione e anche rinomanza europea, grazie soprattutto al 'grande formato delle tavole, al taglio sempre originale e prospetticamente accattivante delle composizioni, alla scelta mai scontata dei soggetti'.

Il British Museum possiede una notevole ed ampia collezione di stampe e disegni rinascimentali e neoclassici eseguiti da noti artisti italiani, tra i quali spicca certamente il nome del grande incisore Giovanni Battista Piranesi. A parte le opere più note, molti di questi lavori sono poco conosciuti: un'occasione imperdibile questa, per poter ammirare opere di straordinaria fattura, raramente esposte in pubblico.

La mostra, organizzata dal British Museum in collaborazione con la Fondazione Tavolozza, intende celebrare il 300° anniversario della nascita dell'artista, avvenuta nel 1720 e si sviluppa attraverso un percorso espositivo che copre un arco temporale di circa 40 anni della carriera del noto incisore. E' composta da tutte le opere (è esposta l'intera collezione) su carta, incisioni, acquerelli, gouache, stampe, disegni e schizzi appartenenti alla collezione permanente di stampe del British Museum, l'unica esistente al mondo del maestro stesso. E' suddivisa in varie sezioni, ciascuna delle quali pone l'accento su differenti temi, città e rovine che rappresentano capitoli importanti e significativi del percorso stilistico e dell'evoluzione artistica di Piranesi. I curatori hanno cercato di evidenziare ed illustrare la formidabile qualità degli studi preparatori che l'artista eseguiva a penna o gesso prima della versione finale. Nelle sue opere inaugurò un nuovo sistema di ricerca archeologica, rivolta tanto ai processi tecnici e costruttivi quanto all'originalità e alla ricchezza dei repertori ornamentali. L'eclettismo dei lavori e la versatilità del suo estro creativo rendono Piranesi un artista difficilmente inseribile all'interno di una schematicità dettata da una suddivisione in stili o correnti artistiche.

Informazioni Evento

Piranesi drawings: visions of antiquity
Dal
20 Febbraio 2020
Fino al
09 Agosto 2020
Aperta dal Lunedì al Giovedì dalle 10.00 alle 17.30
Venerdì fino alle 20.30
Sabato e Domenica dall 9.00 alle 17.30
La mostra è gratuita
Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto

Immagini

The meeting of the Via Appia and the Via Ardeatina, seen at the second milestone outside the Porta Capena c. 1750-56, © The Trustees of the British Museum
A monumental staircase in a vaulted interior with columns, c. 1750-55 © The Trustees of the British Museum
A colonnaded atrium with domes, c. 1740-43 © The Trustees of the British Museum
View of the Strada Consulare with the Herculaneum Gate in Pompeii, c. 1772-78 © The Trustees of the British Museum
Fantastical façade of an antique building, c. 1765-69 © The Trustees of the British Museum
A frontispiece design with two skeletons in front of a tomb, c. 1746-47 © The Trustees of the British Museum

Altre mostre in corso a Londra

L'attesa mostra itinerante fa tappa alla Saatchi Gallery di Londra dal 2 novembre al 3 maggio portando con se i grandi tesori di un giovane faraone: Tutankhamon!
Questa imperdibile mostra al Victoria&Albert Museum svela il passato, il presente e il futuro dell'automobile: guarda le immagini in anteprima! Fino al 19 Aprile 2020.
Il prestigioso concorso annuale di fotografia astronomica torna al National Maritime Museum dove le fotografie resteranno esposte fino al 26 Aprile 2020: scopri i vincitori di questa edizione...
The Moment, l'immagine del confronto tra una marmotta e una volpe tibetana, opera di Yongqing Bao, è il vincitore della 55a edizione del concorso fotografico Wildlife Photographer of the Year. Tu...